Perché il bidet si chiama Bidet? Arete Media

Perché il bidet si chiama bidet?

Perché il bidet si chiama bidet?

Si lo so cosa stai pensando: “Ah lo so già che il nome bidet l’hanno inventato i francesi”

Ma se ti dicessimo che non sai perché l’hanno chiamato così? E tu ovviamente risponderesti: “E se non me ne fregasse del perché?”. Beh ci ascolterai lo stesso perchè ci abbiamo messo un mese per trovare tutta la storia di come sono nati i bidet.

Il nome del suo inventore non si conosce, ma sappiamo che la prima testimonianza risale al 1710, quando Christophe Des Rosiers lo installò nell’abitazione della famiglia reale francese e lo sappiamo perché la moglie del Primo Ministro francese aveva un’amante, il ministro degli esteri, che racconta di essere stato ricevuto dalla signora mentre era a cavallo di uno strano sgabellino a forma di violino.

Il nome bidet infatti significa anche pony in francese ed è stato scelto per la sua somiglianza con la posizione che si assume quando si sale sopra. I francesi erano talmente felici di questa nuova invenzione che ne installarono un centinaio nella Reggia di Versailles sebbene vennero eliminate la maggior parte poco dopo. Venne anche creato un bidet per la Marchesa di Pompadour con lo schienale in legno di rosa e ornamenti in bronzo, ad oggi possiede un valore di 16.000 Euro.

In Italia però arrivò soltanto grazie a Maria Carolina d’Asburgo-Lorena che ne possedeva uno nella Reggia di Caserta. Ma nel 1800 erano molte rare le persone che possedevano un bidello e no, non abbiamo scritto male veniva chiamato anche così. Bisognerà aspettare la fine della seconda guerra mondiale per vedere sempre più spesso i bidet nelle case degli italiani.

Fonti:

“Civiltà in bagno” di Lawrence Wright, 1960 

“Storia del bidet” di Luciano Spadanuda, 2003

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Recenti

Articoli Recenti