In Bangladesh i bambini lasciano la scuola per lavorare a causa del cambiamento climatico Arete Media

In Bangladesh i bambini lasciano la scuola per lavorare a causa del cambiamento climatico

In Bangladesh i bambini lasciano la scuola per lavorare a causa del cambiamento climatico

Nel rapporto di agosto dell’UNICEF, viene affermato che i bambini dell’Asia meridionale come quella del Bangladesh, dell’Afghanistan e dell’India devono affrontare rischi “estremamente elevati” a causa del cambiamento climatico. Circa un miliardo di bambini nel mondo dovrà affrontare questa minaccia.

George Laryea-Adjei, direttore regionale dell’UNICEF per l’Asia meridionale ha affermato che “Il cambiamento climatico ha creato una crisi allarmante per i bambini dell’Asia meridionale”

Il Bangladesh è una nazione in cui sono presenti circa 700 fiumi che nel corso degli anni hanno provocato decine di inondazioni, erodendo la terra e lasciandone poca per il reinsediamento delle famiglia.

Molte di esse si sono trovate obbligate a trasferirsi nei centri urbani.

Sempre secondo l’UNICEF la maggioranza dei bambini in Bangladesh che vive nelle baraccopoli non frequenta la scuola primaria. I bambini si ritrovano a lavorare nelle concerie, nei cantieri navali, treni, battelli o nelle officine. Le ragazze invece lavorano spesso come lavoratrici domestiche.

Sono circa 1,7 milioni i bambini nel paese che sono lavoratori, uno su quattro di età pari o inferiore a 11 anni.

In un intervista telefonica di Reuters, il vice ministro dell’educazione del Bangladesh afferma che circa 500 scuole sono state inondate nello scorso anno.

Nell’ultimo censimento delle scuole primarie del Bangladesh ha mostrato che il tasso di abbandono scolastico nel 2021 è stato superiore al 17%, con oltre 2 milioni di bambini che hanno lasciato la scuola.

Secondo un rapporto dell’UNICEF e dell’UNESCO: 37 milioni di bambini in Bangladesh hanno visto la loro istruzione interrotta dalla chiusura delle scuole dall’inizio della pandemia nel 2020.

Reuters ha intervistato Alauddin, un bambino di 10 anni che lavora ormai da mesi in un mercato di Dhaka. Si sono trasferiti a Dhaka dopo che una potente inondazione ha distrutto la sua casa, la scuola e la terra della famiglia. Ora la madre lavora come donne delle pulizie in una scuola privata.

Alauddin guadagna con il suo lavoro 100 taka (quasi un euro) al giorno per la famiglia, denaro di cui la famiglia non può fare a meno, ha detto suo padre.

Fonti:
Reuters

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Recenti

Articoli Recenti